giovedì 2 agosto 2012

Tra dire...


Tra dire e non dire tradire l’intento
gioco che scopre carte d’inganno
lingua forcuta d’immane bellezza,
pensieri di fuoco sfuggono alla rete
che comprime il tutto nella chora
madre inizio fine, profondo assoluto.
Si tesse l’inganno dell’uomo
su corde d’inattesa perfidia, ripeto,
senza troppo sperare, ma qui è diverso
sotto l’inghippo del tempo quando
il cuore sussulta silenzio di pioggia.