mercoledì 29 giugno 2016

Il senso del Tutto

Il senso del Tutto. I saggi lo hanno inseguito e ancora lo inseguono. Io vorrei superarlo, il Tutto, sfuggirgli, ma io sono questo, mi sento ripetere nel silenzio.
         Che cosa si muove in me? Che cosa cambia al punto che il Tutto mi scorre dentro e io scorro nel Tutto con quella che è la possibilità della mente sostenuta dalla forza della ragione?

         Al mio ego non piace sentirsi parte del Tutto. Ma esserne abbracciato non è questione di piacere o dispiacere, non comincia chiedendo permesso. Il Tutto irrompe nell’attimo della comprensione quando l’orizzonte si dissolve improvvisamente nella luce della comprensione e il respiro del Tutto pervade ogni ente.