venerdì 20 maggio 2011

...cos'accade, talvolta...

Cos’accade, talvolta, nel rifrangersi
del silenzio - mi chiedo -
cosa stride, nel dopo?
Mia vita, fremito d’ali nel buio
attendere indefesso che l’incanto
ceda al mondo reale delle emozioni…
per’esserci necessita ascoltare
la quotidiana umiltà
l’esercizio del fare
la lenta rovina dell’abitudine…
se m’accorgo, per me, è sufficiente poco…
un barbaglio di veglia,
le mani piccole dell’alba…