giovedì 29 marzo 2012

Monti, Nikkei ed il sake...

Sempre le solite notizie radio mattutine. Sempre la stessa ora e lo stesso tragitto (dovrei dire lo stesso figlio adolescente ed incallito). Afferro qualche brandello del discorso tenuto da Monti al centro Nikkei, terra di samurai, ma a lui che importa, tanto avrebbe gettato il bushido nel fuoco.
Un delirio di ovvietà! E pensare che sulle sue elucubrazioni c'ha pure stampato una brochure di 38 pagine. Mi sento una cavia da laboratorio, penso. Strategie, sistemi, risanamento fiscale, tutto sperimentato sulla pellaccia dei cittadini, ma non tutti, è ovvio.
Per non cedere allo schifo ed al vomito (ho ingollato un veloce caffè), mi dico: "Per cantare tutte queste fregnacce si sarà scolato qualche tokkuri di sake di troppo!"
Quanta retorica buttata alle ortiche. Almeno Cicerone, quando intonava le sue filippiche, si faceva sostenere da qualche bravo musicista per meglio colorare di pathos le parole, ma qui...qui la minestra è la stessa e ormai è rancida!

ABC. Loro cosa fanno? In mancanza del sake si tracanneranno qualcosa d'altro, spero, altrimenti dovrei rimpiangere la chiusura dei manicomi (a Novara ce ne era uno con chiesa annessa, architettonicamente rilevante). Da brilli si tratta meglio di elezioni anticipate, brogli ed imbrogli, riforme della politica e dei parlamenti, (chissà chi faranno fuori?). Fiumi di parole...era anche una canzone sanremese, tra l'altro.
Bersani e Casini si caleranno qualche buona bottiglia di lambrusco facendosi immortalare per Twitter. Alfano? Mah, Agrigento...un paio di bottiglie di syrah o grecanico, c'è pure una bella strada del vino (io rimpiango quella che da Bolzano sale verso Appiano ed oltre, ma la denominazione è tedesca e a qualcuno potrebbe far dispiacere!). Spero per lui, Alfano, anche se...oddio, quella sua terra d'origine era la Magna Grecia, la terra di Empedocle!!! Troppa cultura.
Tranquilli, per loro rimane solo l'aggettivo Magna trasformato in un imperativo matriciano: magna, magnamo! Non voi non dovete magnà (a noi).

Che sbadato, ho svelato l'acronimo!

Niente paura, sono figuri da abbecedario e pallottolliere, considerato quello che sanno fare a nostro danno!